Il test sierologico

Il giorno del rientro in ufficio, su richiesta dell’azienda, mi sono sottoposta a un test sierologico per la ricerca degli anticorpi per il Covid-19. Prevedibilmente, erano presenti anticorpi, ma non tali da far pensare a un’infezione in corso.

Nel frattempo la normativa è cambiata, e il nostro ansiosissimo capo si è procurato dei kit per il test sierologico, da effettuare in azienda.

Prima di farli ci ha chiesto come intendessimo procedere. Farlo con un medico avrebbe significato obbligo di denuncia ad ATS, quarantena obbligatoria, tampone (che in Lombardia è a pagamento). Senza medico avremmo potuto scegliere come procedere, se far fare tampone a chiunque avesse qualunque tipo di anticorpo o solo a chi avesse IGM.

Ho esplicitamente chiesto che non mi facessero rifare la quarantena obbligatoria, che avrebbe significato rinchiudere tutta la famiglia in casa un’altra volta, con conseguenze pratiche (chi fa la spesa?) ed economiche (mio marito, autonomo, non potrebbe lavorare).

Una collega mi è quasi saltata addosso, dicendo che non si fida e che non sarebbe corretto, che lei vorrebbe sapere. Come se io non fossi andata in ufficio per due settimane, quando loro sapevano tutti quale fosse stata la situazione a casa mia.

Alla fine sono stata dispensata dall’obbligo di segnalazione, visto che avremmo fatto il test senza medico.

Ma tanto il test è risultato completamente negativo. A far riflettere sull’effettiva affidabilità dei test “pungidito”.

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. suzieq11
    Mag 23, 2020 @ 08:44:39

    Veramente simpatica la tua collega, soprattutto solidale…

    Rispondi

  2. fracatz
    Mag 23, 2020 @ 17:22:08

    sembrerebbe che gli anticorpi per questo virus durano quanto il virus stesso e quindi uno e’ soggetto a re-infettarsi

    Rispondi

    • elipiccottero
      Mag 24, 2020 @ 20:49:32

      Questo è vero, ma sarebbe bizzarro che a distanza di due settimane fossero completamente spariti. Più probabile che, come molti medici sostengono, l’affidabilità del test sia molto scarsa. Diverso sarebbe stato il discorso se ci avessero sottoposti a un prelievo di sangue, come quando in gravidanza si cercano anticorpi per rosolia o toxoplasmosi.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: