Medium

Lo scorso fine settimana mio padre ha portato la piccola sapiente a visitare alcuni parenti in Piemonte, approfittandone per fare un po’ i turisti.

Fra i parenti c’era anche l’ultima superstite della generazione dei miei nonni, una donna esuberante e piuttosto conosciuta nella sua città. Classe 1919, da qualche mese la sua salute stava declinando, mentre fino alla scorsa estate il suo unico problema era una quasi totale sordità.

La notte successiva alla loro visita, la mia prozia è morta, chiudendo un capitolo delle nostre vite, e forse anche della Storia con la s maiuscola.

Alcuni giorni dopo, la bimba che sorride a scuola ha fatto un disegno per la prozia, che non ha mai conosciuto, mettendoci un ciliegio “perché a lei piacevano tanto le ciliegie”.

Mio padre conferma la correttezza dell’informazione, il problema è che nessuno ne ha parlato con la bambina.

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. suzieq11
    Feb 13, 2020 @ 21:53:00

    È un fatto assolutamente meraviglioso. Non chiederti perché o come ha fatto. Certe cose non si spiegano, succedono e basta.

    Rispondi

    • elipiccottero
      Feb 13, 2020 @ 21:54:56

      In molte culture i bambini sono considerati più vicini al mondo dei morti, perché ne sono usciti da poco; poi, crescendo, ce ne allontaniamo e dimentichiamo.
      Lei a volte è così.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: