Vuoto

Fondamentalmente il problema è il tempo.

Quello che passo in auto per andare e tornare dal lavoro.

Quello che passo a pulire, riordinare, sistemare.

Quello che passo in ufficio a non fare niente – perché capita, eccome se capita, a volte addirittura penso che si dovrebbe andare in ufficio solo se davvero si ha da fare.

Quello che passo a non fare ciò che mi piace, che ormai è la maggior parte del mio tempo.

Leggevo, ricamavo, andavo al cinema, ho fatto teatro amatoriale, facevo lunghe camminate sia in città che fuori, visitavo mostre e monumenti, organizzavo cene con gli amici, ascoltavo musica, facevo giardinaggio, mi tenevo informata tramite televisione, radio e giornali.

Non sono mai stata una fissata dell’estetica ma mi ritagliavo un po’ di tempo per prendermi cura di me stessa, così da non apparire mai trascurata, e nonostante i cambiamenti fisici dovuti al passare del tempo, alle oscillazioni di peso e a una prima gravidanza riuscivo a esprimere personalità anche tramite l’abbigliamento.

Ora nulla di tutto questo. E semplicemente non sono più io – stanca, irritabile, insoddisfatta.

E pigra. Perché se quello che fai non ti soddisfa, non ti rende felice, lo fai sempre più svogliatamente e la qualità del tuo lavoro ne risente.

Sogno un cambiamento radicale, nel quale mio marito sarebbe pronto ad assecondarmi, ma c’è sempre un’ombra del passato a impedirmi di buttarmi e basta.

Mi incatena e mi impedisce di volare.

 

Annunci

9 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Gintoki
    Apr 27, 2016 @ 12:14:51

    Ti capisco, con le dovute proporzioni perché credo che la tua vita sia ovviamente molto più faticosa.

    A volte penso siamo anche cattivi amministratori del nostro tempo, se lo conteggiassimo forse ci stupiremmo di quanto potremmo limare da attività che ci sottraggono tempo produttivo. Però a volte se uno è stanco subentra anche quel discorso di pigrizia, che innesca altra stanchezza mentale in un circolo vizioso.

    Rispondi

  2. Silver Silvan
    Apr 27, 2016 @ 12:21:41

    Si tranquillizzi. Le sue care figliole avranno i suoi stessi pensieri quando gli toccherà star dietro a lei che ha già un piede nella fossa. Il ciclo della vita. Di merda.

    Rispondi

  3. fracatz
    Apr 27, 2016 @ 14:05:31

    tu pensa che coloro che invece non sono mortidifame si annoiano terribilmente lungo tutto l’arco della vita.
    A noi poverelli basta poco: un sorriso, un raggio di sole e tra una settimana le lucciole in giardino
    Ciao Eli e come sempre: resisti

    Rispondi

    • elipiccottero
      Apr 27, 2016 @ 14:12:45

      Eh ma da queste parti i giardini son cose da ricchi.
      Io coltivi fragole in terrazzo e prendo esempio dalle piante: sul lungo periodo cresceranno, anche se un inverno gelido quasi le uccide…

      Rispondi

  4. Silver Silvan
    Apr 27, 2016 @ 22:15:01

    Dimenticavo: se ha tutta questa smania di volare, può sempre volare fuori dalla finestra. C’è sempre speranza, come vede.

    Rispondi

  5. suzieq11
    Mag 03, 2016 @ 14:44:45

    Sì, è una noia, una noia fottuta. E capita a tutti, almeno a quelli come noi, che vivono come noi, che fanno le stesse cose che facciamo noi, più o meno. Non ci sono ricette miracolose per rimediare a tutto ciò, però si può migliorare, basta vivere giorno per giorno e guardare attraverso. Cioè guardare al dfi là dell’ovvio di tutti i giorni. D’accordo, compio queste azioni tutti i giorni in modo meccanico che ormai non ci faccio più caso, tanto che ho dimenticato di guardare a quello che c’è “oltre”, non lo noto più. Ma basterebbe provare a non pensare sempre al quotidiano tran tran e soffermarsi anche solo su un fiore nato da un giorno all’altro sul terrazzo. Ti racconto solo questo: mia madre si sentiva come te fino ad un anno fa. Poi un grosso problema di salute, fortunatamente risolto per il meglio, l’ha fatta riflettere. E’ tornata a casa il 27 aprile dall’ospedale e vede tutto sotto una luce diversa. La vita che l’aspetta è la stessa, noiosa e ripetitiva, i battibecchi e le incomprensioni con mio padre pure, ma lei no, perché riesce a vedere oltre tutto questo, e vede solo cose gratificanti, magari insignificanti per i più, ma che lei apprezza.

    Rispondi

  6. Silver Silvan
    Mag 07, 2016 @ 20:05:30

    Ma brumbecille che fine ha fatto? Sono preoccupata!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: