Autunno

E’ arrivato così, l’autunno, con queste giornate in cui il cielo è grigio chiaro, suggerisce la nebbia che presto comincerà a salire dai campi – e magari già lo fa, la sera, ma io mi rifugio in casa al calduccio, una casa cui il riscaldamento regala inevitabilmente un forte odore di ghisa calda. La piccola sapiente gioca, ogni giorno meno piccola, e mi rende orgogliosa di come sta crescendo e affrontando il mondo.
Questa casa sta diventando mia, come una pelle, e c’è la solita malinconia, nel sapere che anche da qui me ne andrò.
Mi regala dolori nuovi, questo autunno, ai quali abbiamo dato un nome, e che vanno portati con pazienza. Eppure questa nuova serenità, questo corpo grande che sempre più spesso si stende accanto al mio, rendono dolce anche questa stagione, e meno cupa la prospettiva dell’inverno imminente.

Annunci

3 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. suzieq11
    Ott 22, 2013 @ 16:16:15

    Dell’autunno non mi piace il giorno che si fa sempre più avaro di luce. Ma i colori incantati dei boschi, con le foglie che sparano incendi di un’ estate morente, centri tramonti, le albe infagottate di nebbia…. quelli sì, sono impagabili.

    Rispondi

  2. brumbru
    Ott 28, 2013 @ 09:39:51

    Portare i dolori con impazienza non serve. Anzi, in tal caso i dolori peggiorano e si trasformano in disperazione.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: