Fino alle Colonne

Strada di Milano. Notte.
Siamo in tanti, si cammina a gruppetti sfilacciati, si chiacchiera.
Indosso due giacche, mi concentro sulla difficoltà di camminare coi tacchi, e non parlo più.
Sale una specie di terrore. Il terrore della gente.
Sono nel posto sbagliato, voglio scappare.
Mi guardano in faccia, e non lo vedono.
Sono sola.

Annunci

5 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. fracatz
    Mag 26, 2013 @ 20:40:40

    finchè sei tra la folla, magari non incappi in un picconatore, o un macellaio, visto che quelli che si facevano esplodere son passati di moda.
    Ciao Eli

    Rispondi

  2. brumbru
    Mag 27, 2013 @ 05:52:23

    A volte ci si sente fuori posto. Ci si chiede cosa si stia facendo, là.
    Può essere “colpa” della compagnia, che non è quella giusta. O più probabilmente colpa del fatto che abbiamo altro per la testa, e non ci lasciamo coinvolgere.
    In genere, passa.
    Se non passa, ci sono delle medicine adatte.

    Rispondi

    • elipiccottero
      Mag 27, 2013 @ 06:59:45

      La compagnia andava bene, fino a un certo momento. Ma quando si cerca il divertimento a oltranza… diventa tutto sbagliato. E se diventa sbagliato mi prende il panico, la paura di essere fuori posto, di troppo. E vorrei scappare.
      Per fortuna, c’era anche qualcuno a cui ho potuto dire “Mi sento sola”.

      Rispondi

  3. brumbru
    Mag 27, 2013 @ 14:59:38

    Allora passa, senz’altro.
    Se ci si comincia a guardare dal di fuori… tutto è come dire…”ridicolo”. Ridicole sono le persone che si muovono freneticamente su una pista da ballo, ridicoli sono quelli che si ubriacano e dicono stronzate… e lo sono anche quelli che si tirano a lucido per acchiappare. Potrei continuare. Tutto è ridicolo, o quasi. Quando ci prende una “sensibilità critica” così forte… in genere (per me è così… non so se per te è uguale) si torna alle poche cose che ridicole non sono. Gli affetti, l’esistenza…. Solo quelle non sono ridicole. Il resto sò tutte stronzate.
    Quando mi capita… mi scuoto e cerco di non essere così profondo. Anche la leggerezza va vissuta. Il segreto è viverla dal di dentro. Dal di fuori, non ha senso.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: