Casa, case

Ogni mattina mi sveglio e alzo le tapparelle sperando di vedere che la primavera è finalmente arrivata, e intende restare, e ogni mattina rimango delusa.
La piccola sapiente ieri ha chiesto cosa io intenda fare di questa casa, che ancora richiede che io sistemi parecchie cose. Guardo la casa, e vorrei che fosse mia, per poter pensare in tranquillità a spender soldi per rifare gli infissi, o l’impianto idraulico, sapendo che fra vent’anni sarò ancora qui, a godermi le grandi stanze e la luce meravigliosa che entra dalle finestre.
Temo un altro trasloco, e questo mi blocca in tutto. Più ancora che nei lavori di casa, nei rapporti con gli altri.
Pochi sono rimasti nella mia vita, dopo i miei vari traslochi. Pochi, e da lontano non è lo stesso.
Ogni volta ho dovuto tagliare i legami che mi avvincevano ai luoghi e alle persone, strappare le mie radici ancora giovani, e trapiantarmi, mettere rami nuovi e nuove radici. Se venissi trapiantata ancora potrei morirne, ma nonostante io voglia restare non riesco a confidare che la vita non mi riservi altri traslochi.

Annunci

13 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Silver Silvan
    Mag 19, 2013 @ 08:32:50

    Mi sembra logico detestare i traslochi. A meno che uno non sia una lumaca.

    Rispondi

  2. brumbru
    Mag 20, 2013 @ 07:46:10

    Mi sembra che tu sia troppo pessimista. Punto primo, non è detto che tu debba traslocare a breve; secondo, anche se traslocherai… non è detto che tu lo faccia verso un luogo dove non conosci nessuno; terzo, se pure così fosse… vorrà dire che ti farai altri amici.
    E’ vero… ti sei spesso dovuta trapiantare. Ma sono certo che non morirai se dovrai farlo ancora. In ogni caso, non è abbattendoti al pensiero di doverlo rifare… che risolverai qualcosa.
    Forza e coraggio, dunque. Tutto si sistemerà, vedrai.

    Rispondi

    • Perennemente Sloggata
      Mag 28, 2013 @ 11:38:54

      brumbru, certo che non ne morirà/ò con un nuovo trasloco ma questo stare sempre in standby (come lo capisco… è viscerale ormai), è pesante. è lacerante.
      più della metà della mia vita passata in questa condizione, è sfibrante.
      però condivido il non partire come pessimista, anche se non è facile con un trascorso già ben chiaro.

      Rispondi

      • elipiccottero
        Mag 28, 2013 @ 12:20:36

        Io ce l’ho passata quasi tutta. Il primo trasloco è stato a 6 anni. Ho vissuto in 7 paesi/città diversi, spesso distanti centinaia di chilometri.
        E ancora vivo in affitto.

  3. suzieq11
    Mag 20, 2013 @ 15:01:06

    Magari potresti scoprire che tutto sommato la nuova sistemazione ti piace…..
    🙂

    Rispondi

  4. Silver Silvan
    Mag 20, 2013 @ 19:57:09

    Il trasloco è loco, lo dice la parola. Infatti è un impazzìmento.

    Rispondi

  5. suzieq11
    Mag 20, 2013 @ 21:30:17

    Ah ah ah ah…..loco in spagnolo significa proprio alienato dissennato folle matto e chi più ne ha più ne metta.
    Tras = indietro, dietro, dopo
    Il dopopazzo? Dopoimpazzimento? Dai Silver, fatti venire in mente qualcosa…

    Rispondi

  6. elipiccottero
    Mag 21, 2013 @ 13:39:00

    Traslocare è effettivamente cosa da pazzi. E mi piacerebbe molto non doverlo fare più – la sistemazione attuale ha i suoi vantaggi.
    Il problema è che la maggior parte dei miei traslochi è stata indesiderata e inattesa.
    Quindi mi sembra logico pensare che un ulteriore trasloco non sia un’idea poi così campata in aria…

    Rispondi

  7. brumbru
    Mag 21, 2013 @ 16:30:58

    Per il calcolo delle probabilità? Per il teorema della ripetitività degli eventi negativi? ahahaha.
    Scherzi a parte, amica, sarebbe un pò se come io fossi felice… ma dato che le volte in cui ero felice prima o poi arrivava qualcuno a scassarmi le balle, cominciassi a mettermi la conchiglia da rugby e diventassi teso per questo.
    Stai bene, adesso? E goditela, stà felicità! Se non lo sei… cerca di star meglio… e non preoccuparti, adesso, di un trasloco che al momento non è ipotizzabile. Ti rovini la vita, così! Ti fasci la testa prima di rompertela!

    Rispondi

  8. brumbru
    Mag 21, 2013 @ 16:39:40

    Il passato deve insegnarci qualcosa, è vero. Al limite, ad aprirci gli occhi, e prendere le opportune precauzioni. Non certo a convincerci che tutto quello che finora è andato in un certo modo…ricapiterà certamente, e nello stesso modo. Se così fosse… potremmo sapere il futuro in anticipo. Se così fosse, se incontrassimo degli stronzi all’inizio della nostra vita dovremmo dedurre che tutto il mondo è fatto di stronzi. E così non è… sei una persona intelligente, lo sai bene. Capisco che tu stia bene in quella casa…e non voglia perderla. Ma non rovinarti la vita al pensiero di un possibile (ma al momento non ipotizzabile) trasloco. A meno che tu non abbia motivo di pensare, in base a fatti che io non so, che potresti dover rifare un trasloco.

    Rispondi

  9. brumbru
    Mag 24, 2013 @ 06:04:02

    Tutto bene, spero….
    Un abbraccio.

    Rispondi

  10. brumbru
    Mag 24, 2013 @ 10:08:07

    Bene… allora. L’importante è che vada tutto bene. Se non commenti o non posti, fa niente. Volevo solo sapere questo.
    Lo sai, c’ho nà certa età… mi preoccupo. 😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: