Gatti e tigri

Il coraggio uno non se lo può dare (Alessandro Manzoni)

Qualche anno fa, nella mia spensierata e un po’ sregolata giovinezza (perchè a 30 anni sono vecchia), mi innamorai di un amico, che conoscevo da anni, dopo aver affrontato con lui qualche sessione di ginnastica fra le lenzuola. So che di solito si fa il contrario, ma suvvia, mi conoscete!

Quando mi dichiarai, lui mugugnò qualcosa, ritirandosi come una chiocciola nel suo guscio, e alla fine, dopo molte insistenze, mi disse di essere spaventato, di non sapere cosa ne sarebbe stato della sua vita, che stava per partire per l’estero e io mi attendevo da lui qualcosa che non era in grado di darmi. Soffrii moltissimo ma, pur volendogli ancora bene, ora so che razza di vigliacco fosse, in campo sentimentale, e mi rendo conto di averla scampata bella.

Alla luce di quell’episodio, decisi che non avrei più mischiato amicizia e sesso, dato che ho la tendenza a lasciarmi trasportare troppo e a perdere la testa per uomini che non mi meritano. Non sempre son riuscita a mantenere questo proposito, e non sempre ho evitato queste conseguenze nefaste, ma sono cosciente di questo mio tallone d’Achille. Prima o poi imparerò a gestirlo.

Quello che davvero non mi riesce di fare è smettere di attirare uomini della stessa specie. Fra i miei ex non ce n’è uno che si salvi, e non vedo grandi prospettive nel mio futuro. Il fatto è che sono piccolina, coi lineamenti delicati, un po’ nevrotica, e ho una vita che si potrebbe eufemisticamente definire complicata, quindi tendo a risvegliare l’istinto di protezione di chi, non essendo di per se stesso molto sicuro delle proprie possibilità, trova interessante l’idea di prendere sotto la propria ala una fragile biondina che lo guarderà con occhi adoranti e pieni di gratitudine.

Sbagliato. Io non sono una gattina batuffolosa, ma una tigre. Non voglio accanto a me niente di meno di un’altra tigre.

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. brum
    Mar 12, 2012 @ 09:40:06

    Tigri… gatti… non so. So che spesso si pensa di volere qualcosa, e poi si sceglie altro. La verità è che non si sceglie prima la persona adatta.. e poi ci si innamora di lei. Semmai prima ci si innamora e poi (se ricambiati) ci si accorge che è la persona adatta.
    Sei solo stata sfortunata. Oppure hai un pò la tendenza della crocerossina… altro che ispirare il senso di protezione!

    Rispondi

    • elipiccottero
      Mar 12, 2012 @ 09:42:47

      In realtà, gli uomini della mia vita, a un primo impatto, appaiono capaci di cavarsela da soli, come e più di me, sia dal lato pratico che da quello emotivo. La cosa spaventosa è la trasformazione che poi subiscono, come se fossero schiacciati dalla mia personalità… o non avessero più bisogno di fingere, una volta che mi hanno conquistata.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: