Questione di naso

Avrò avuto diciassette anni, e le mie amiche si erano messe in testa di trovarmi un ragazzo. Mi organizzarono un appuntamento al buio con uno che, in realtà, conoscevo già, anche se non lo vedevo dai tempi delle medie; ci uscii quella e un altro paio di volte, poi gli comunicai che non mi piaceva in maniera decisamente poco delicata, come d'altronde faccio sempre quando sono in imbarazzo, non so che pesci pigliare e temo che la mia voglia di non scontentare mai nessuno abbia il sopravvento.
Non gli dissi mai qual era il vero motivo per cui non mi piaceva, e credo che comunque se l'avessi fatto non avrebbe capito, avrebbe frainteso. In realtà era complessivamente un bel ragazzo, era gentile e la sua compagnia non mi dispiaceva; sulla carta, un vero colpo di fortuna, visto che sembrava molto "preso" da me.
Ma aveva un odore che non mi piaceva.
Non intendo dire che puzzasse, tutt'altro, ma la sua pelle aveva un odore che non mi piaceva, che mi respingeva.
Lo notai allora per la prima volta, ma anche in seguito è sempre stato così. L'odore di una persona può farmi impazzire, tanto da finire per imbarcarmi in storie palesemente senza futuro, o allontanarmi da una persona che sarebbe perfetta sotto ogni aspetto.
E la memoria degli odori a volte può essere una maledizione: anche diverso tempo dopo che una storia si è conclusa continuo a sentire nelle narici quell'odore, e fatico a dimenticare…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: