Fegato

Quando avevo due anni e mezzo mi ammalai gravemente.
Ero una bambina soggetta a frequenti tonsilliti e malattie varie, quindi all'inizio non ci si preoccupò molto; fui messa a letto e mi si diede un antipiretico, la Novalgina, per farmi scendere la febbre. Questa, però, non scendeva, e arrivò a punte di 42°; nel frattempo, il mio corpo si era coperto di macchioline rosse, e il pediatra pensò che si trattasse di rosolia.
Ma la febbre non scendeva, nonostante dosi massicce di antipiretico, così fui ricoverata in ospedale, dove scoprirono che non avevo la rosolia, ma una broncopolmonite. Le macchie rosse erano dovute a una forte allergia alla Novalgina, che mi aveva provocato un'epatite.
Ricordo ben poco di quel periodo, ho solo un'immagine di me stessa trasportata su una barella fino a una sala dove mi facevano numerosi prelievi, mentre non cessavo un attimo di chiacchierare; ricordo che mi chiedevano del mio cane.
In seguito mi è stato raccontato più volte che per alcuni giorni fui in pericolo di vita. Rimasi ricoverata circa due mesi, nutrita tramite flebo, e solo nell'ultima settimana o giù di lì mi fu portato del cibo: pappa di carote, a colazione, pranzo e cena, tanto che ora basta l'odore delle carote cotte per darmi la nausea.
Mia madre, già incinta di mio fratello, ricorda quel periodo come davvero tremendo, e non faccio alcuna fatica a crederle.
La piccola sapiente ha ora due anni e tre mesi, e sebbene sia una bambina incredibilmente sana io temo ogni giorno che si ammali e le succeda quello che accadde a me, come se fosse una maledizione ereditaria. So che è un timore totalmente irrazionale, ma ogni giorno mi chiedo cosa farei, che ne sarebbe di me se dovesse capitarle qualcosa di simile.

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. PerennementeSloggata
    Nov 14, 2011 @ 09:24:00

    troveresti la forza in te e nella piccola per gestire al meglio la situazione. 🙂
    ne sono sicura.

    Rispondi

  2. elipiccottero
    Nov 14, 2011 @ 09:38:00

    Forse, o forse no. Si tratterebbe comunque della persona più importante della mia vita, e della mia principale fonte di gioia in un periodo da dimenticare…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: