In bici fra i campi

Di nuovo una terribile giornata di emicrania, ieri.
Andando a letto ieri sera ho lasciato le imposte aperte, perchè l'aria fresca mi curasse la testa e l'alba mi svegliasse.
Alle 8.00 uscivo dal cancello a cavallo della mia bici, senza sapere dove sarei andata.
Strade note e ignote, vuote o quasi, in mezzo a campi di mais, robinie e fossi. Una sterrata imprevista, a un certo punto allagata perchè le chiuse per l'irrigazione non erano state alzate, fresca e capace di condurmi fra altro mais e un allevamento di capre.
Gli odori della pianura, col fresco, sono tenui, spesso coperti dalla polvere. Tuttavia si potevano riconoscere i rovi carichi di more, le erbe aromatiche selvatiche, l'odore acre delle capre, quello dolce dei fiori che crescono sul margine dei fossi.
Non vedo l'ora che la piccola sapiente sia abbastanza grande per pedalare dietro di me in mezzo alle pannocchie.

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. brumbru
    Set 07, 2011 @ 06:24:00

    molto dolce, stò post…
    Già vi ci vedo, tutt'e due…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: