Dopo un giorno di lavoro

Tornavo a casa, ieri sera, col sole che mi feriva gli occhi passando attraverso il parabrezza sporco. Tornavo a casa arrabbiata e spaventata per un paio di episodi capitati lungo la strada, automobilisti arroganti e indisciplinati che avevano rischiato di provocare un incidente. Tornavo a casa pensando a tutte le cose che avrei dovuto fare una volta là, e alla possibilità di non riuscire a mangiare il risotto promessomi (come infatti poi è stato).
Tornavo a casa e francamente non ne avevo nessuna voglia, avrei preferito andare a farmi un giro per godermi l'ultima mezz'ora di sole, o addirittura mollare tutto e partire per un viaggio, io da sola.
Stavo percorrendo l'ultimo rettilineo prima di arrivare al paese, ed ecco che tutta la tensione si è sciolta in un attimo di bellezza e serenità. Gli alberi, ancora senza foglie ma carichi di gemme, formavano una sorta di rete, stesa lungo la strada e apparentemente fatta apposta per filtrare i raggi solari, trasformandoli in una nebbiolina luminosa. Il cielo all'orizzonte era rosa e azzurro, e luminoso anch'esso. In fondo al rettilineo, non esattamente al centro del quadro ma leggermente spostato a destra, il campanile del mio paese, alto, il più alto fra quelli della zona, dritto, le linee rese nette e pulite dalla visione quasi in controluce.
Davvero, ieri sera, ho sentito che stavo tornando a casa.

Annunci

19 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Chit
    Mar 24, 2011 @ 12:37:00

    Forse il merito sarà anche un po' del sole e del paesaggio, ma quando si riesce a raggiungere questo "status" credo che molto, moltissimo dipenda dalla positività dell'individuo. Ma se non vuoi i complimenti… non te li faccio!? 😉

    Rispondi

  2. Chit
    Mar 24, 2011 @ 12:37:00

    Forse il merito sarà anche un po' del sole e del paesaggio, ma quando si riesce a raggiungere questo "status" credo che molto, moltissimo dipenda dalla positività dell'individuo. Ma se non vuoi i complimenti… non te li faccio!? 😉

    Rispondi

  3. Chit
    Mar 24, 2011 @ 12:37:00

    Forse il merito sarà anche un po' del sole e del paesaggio, ma quando si riesce a raggiungere questo "status" credo che molto, moltissimo dipenda dalla positività dell'individuo. Ma se non vuoi i complimenti… non te li faccio!? 😉

    Rispondi

  4. utente anonimo
    Mar 24, 2011 @ 13:50:00

    Quando vivevo immersa in paesaggi stupendi non notavo queste cose, o meglio, non ne godevo. La città mi ha "educata"
    elipiccottero

    Rispondi

  5. utente anonimo
    Mar 24, 2011 @ 13:50:00

    Quando vivevo immersa in paesaggi stupendi non notavo queste cose, o meglio, non ne godevo. La città mi ha "educata"
    elipiccottero

    Rispondi

  6. utente anonimo
    Mar 24, 2011 @ 13:50:00

    Quando vivevo immersa in paesaggi stupendi non notavo queste cose, o meglio, non ne godevo. La città mi ha "educata"
    elipiccottero

    Rispondi

  7. fracatz
    Mar 25, 2011 @ 10:42:00

    Non te la prendere per il risotto, prima o poi ci sarà l'incontro

    Rispondi

  8. elipiccottero
    Mar 25, 2011 @ 13:22:00

    Alla fine me l'ha fatto ieri sera, il risotto, ma lazucca sapeva di poco e non è stato molto soddisfacente…

    Rispondi

  9. elipiccottero
    Mar 25, 2011 @ 13:22:00

    Alla fine me l'ha fatto ieri sera, il risotto, ma lazucca sapeva di poco e non è stato molto soddisfacente…

    Rispondi

  10. elipiccottero
    Mar 25, 2011 @ 13:22:00

    Alla fine me l'ha fatto ieri sera, il risotto, ma lazucca sapeva di poco e non è stato molto soddisfacente…

    Rispondi

  11. ..buia..
    Apr 01, 2011 @ 09:06:00

    Che bella questa descrizione del tuo paese!…….Ah! La gioia del ritorno!…. 

    Rispondi

  12. elipiccottero
    Apr 04, 2011 @ 16:37:00

    Mi fa impressione sentirlo definire il mio paese… eppure, hai ragione, lo è! Dopo un anno o poco più, comincio a sentirmi a casa.

    Rispondi

  13. brumbru
    Apr 05, 2011 @ 07:12:00

    Beh, partire per un viaggio no… ma la mezz'ora te l dovevi concedere, secondo me.

    Rispondi

  14. brumbru
    Apr 05, 2011 @ 07:12:00

    Beh, partire per un viaggio no… ma la mezz'ora te l dovevi concedere, secondo me.

    Rispondi

  15. brumbru
    Apr 05, 2011 @ 07:12:00

    Beh, partire per un viaggio no… ma la mezz'ora te l dovevi concedere, secondo me.

    Rispondi

  16. elipiccottero
    Apr 05, 2011 @ 10:37:00

    Già la bimba la vado a prendere al nido con mezz'ora di ritardo sul loro orario di chiusura teorico…

    Rispondi

  17. elipiccottero
    Apr 05, 2011 @ 10:37:00

    Già la bimba la vado a prendere al nido con mezz'ora di ritardo sul loro orario di chiusura teorico…

    Rispondi

  18. elipiccottero
    Apr 05, 2011 @ 10:37:00

    Già la bimba la vado a prendere al nido con mezz'ora di ritardo sul loro orario di chiusura teorico…

    Rispondi

  19. brumbru
    Apr 07, 2011 @ 09:12:00

    Allora te la dovevi concedere dopo.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: