Un tempo scrivevo “poesie”… n° 2

Normal
0
14

22/3/2000

 

Finisce l’inverno,

tutto germoglia e fiorisce,

ma per me cade la neve.

Il giorno è il dominio del sole,

è gloria di luce,

ma stamattina la luna

era sangue in un mare grigio.

Tutto finisce per il meglio

(e sento il buio salire),

tutto torna come prima

(e io non so più chi sono).

Sogno un futuro luminoso,

sogno l’eternità,

e profumo d’incenso

e di fiori,

notti d’estate nell’acqua

e inverni di fuoco;

il sogno è dolce,

ma i monti attorno a me

sono alti, e il mio passo

è insicuro.

Non posso arrivare

A toccare il cielo.

In me la notte scende presto,

o forse non sorge il sole,

e non c’è luna, né stelle,

né suoni, né cose,

nulla a cui appoggiarmi,

nulla da cercare,

solo buio e pensieri.

Desidero il sonno della pace,

desidero purificarmi nel vento,

bruciare ogni legame,

abbandonare ogni peso,

essere solo ciò che non appare.

Desidero liberarmi di ciò che amo,

perché nulla può bastare

al mio spirito,

se non la luce a cui è cieco.

Nessuno mi deve vedere,

nessuno sfiorarmi passando.

Voglio morire al mondo,

scordarmi che sono persona,

abbandonare ogni dono

e capire davvero

per cosa devo lottare.

Basta bugie, so bene

Che voglio avere solo una cosa.

E cancellare il resto del mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: